laboratorio bio indu

En el Mercado Pavia di piazza Castello en Casale Monferrato, sabato 3 (dalle 15 alle 22) y domenica 4 giugno (dalle diez alle 19) si terrano BYO, un appuntamento incentrado sulle tematiche del benessere. La manifestazione, ad ingreso gratis, prevé a su de adentro diverse iniziative por la cuali tutti gli operatorio presteranno servizio in forma facultativa.

La cosa hermosa y simpática é sicuramente la realizazazione di un MANDALA GIGANTE (IL PIU’ GRAN DEL MONDO) CON COLORATISIMI CORIANDOLI guidati da Livio Bourbon. Y mandala son oper de arte delle tradizioni cultuali di paesi de otra sección del mondo, Oriente, y exactamente luoghi fuori dal mondo, monasterio induisti y buddisti arroccati sulle vette himalayane…

) sostenitorio de ella carne in vitro affermano che è più sicura de ella carne convenzional, basándose sobre el fatto che la carne coltivata in laboratorio è prodotta en un ámbito totalmente controlado de ricercatorio o produttorio, in assenza de otros organis procede da un animal a contatto con il mondo esterno, sebbene ogni tessuto (muscoli compresi) sea protetto hoz pelle y/o dalle mucose. Infatti senza organi digestivi nelle vicinanze (nonostant il fatto che la carne convenzionale sea en general protetta), y quindi sin cuna potenziale contaminazione al instante de ella macellazione, le cellule muscolari coltivate non hanno le stesse opportuniti y de la carne convenzionale. coli, Salmonella o Campylobacter (diez), desde patogéneo responsabili di milloni de episodio de patología ogni anno (19). Tuttavia, possiamo affermare che gli scienziati (o productor) no sueno totalmente in nivel di controllare tutto, y cualquier fallo o svista ha podido ver conseguenze drammatiche en caso di problemi di salute. En el giorno de oggi ci se corrobora muchas veces a lo largo de la produzione industriale di carne tritata. Otro aspecto positivo legado alla sicurezza de la carne coltivata é che non viene prodotta da animali allevati en un spazio recluído, quindi risulta viable remover il rischio de un focolaio de patología y no vio la necesidad de llevar a cabo. Por otra parte ponemos affermare che para produrre carne coltivata in vitro le cellule, y non gli animali, vive común que in numero alto nelle incubatrici. A dios gracias, no conocemos tutte lo logró de la carne cultivada por la salud pública, poiché la carne in vitro è un prodotto nuovo. Alcuni autori mantengo che il desarrollo di coltura celular no mucho más a la perfección controlado y che possono revisar si algún mecanismo biológico impreviste. Ad especio, apunte y el enorme número di moltiplicazioni celulari in atto, è probabile che si compruebe una deregolazione delle linee celulari como accade nelle cellule tumorali, sebbene possiamo immaginare che le linee celulari deregolate possano pronser es. El potrebbe avere potenziali effetti sconosciuti sulla struttura muscolare, y sobre el metabolismo y sulla salude dell uomo en el momento en que tal carne viene consumata (21). La resistencia agli antibiotici è conosciuta come uno del maggiori problemi che affliggono il settore de ella zootecnia (7). La carne coltivata viene mantenuta en un ámbito controllado y un atento monitoraggio ha podido de manera fácil estable cualquier segno di contaminazione. Tuttavia, se vengo aggiunti antibiotici para impedir cualquier clase di contaminazione, ancho se occasionalmente por estable contaminazioni y patología precocio, il ragionamento antecedente appare meno convincente. Inoltro, è stato ipotizzato che anche il contenuto di nutrienti de la carne coltivata potřebbe ser controlado, regolante y graso utilizzati nel lote di produzione. Infatti, il rapporto tra acidio grassi saturi y acidi grassi polinsaturi fue de manera fácil cambiado. Y grassi saturi possono essere sostituiti de otra tipologie di grassi, come gli omega-3, ma il rischio di un maggiore irrancidimento deve essere tenuto sotto controllo. Tuttavia, negli attuali sistemi di alzamiento sono state messe próximo nuove estrategia para acrecentar il contenuto di acidi grasse omega-3 nella carne (23). Inotro, no es stata sviluppata aluna estrategia para realizar si la carne coltivata tenga dentro alcuno micronutriente especifique por y prodotti di produzca animal (como la vitamina B12 y el hierro) que contribuyen a la buona salud del uomo. Inoltro, el effetto positivo de cualquier (micro)nutriente fue ser potenziato se introdotto in una matriz appropriata. En la situacion de la carne in vitro no es verdad que otro compuesto biológico, y el modo perfecto in cui sueño organizativo nelle cellule in coltura, possano potenziare gli effetti positivi del micronutriente sulla salude humana. El surtido de micronutrientes (come y el hierro) da una parte del cellule in coltura deve quindi essere bien comprendido. No ponemos escludere una diminuzione del beneficio del micronutriente por la salud del consumatore douta al lote de coltura, a seconda de su composizione. Y la aggiunta di sostanze chimiche en el lote rinde la carne coltivata un cebo più “químico” con un etichetta meno pulita.

In línea generale, la produzione di carne coltivata viene presentada como ecologica, perché dovrebbe produrre meno GHG (cosa ad oggi controversa), consumare meno acqua ed utilizzare meno lote (este punto è ovvio) rispet persuade 24, 25), in particolare se parliamo di ruminanti. Tuttavia, esta tipología di confronto è incompleta y talvolta distorta almeno in parte, como va a ver discuso quien di seguido. Por cuanto riguarda y GHG, è vero che le specie zootecniche, y eminentemente ruminanti (cioè y bovini), sono responsabili di una porcentual importante delle emissioni mondiali di GHG, en parte importante dovute alle emissioni di metano del trato digerente deglierbi. Por consiguiente, la attenuazione delle emissioni di metano (uno del pino fuerte GHG) viene anunciado como uno del potencial y el esencial beneficio y también possano derivará de la carne in vitro en el momento en que paragonata al alevamento convenzionale. El alevamento del bestiame è, come noto, asociado all’emissione de tre GHG . Invece, le emisione de la carne coltivata sueño rappresentate primordialmente da CO2 y dovute all’impiego de energía fossile por el riscaldamento delle cellule coltivate. Tuttavia, en el período de carbono semejante, no es el unanimitat sulle emisión de gas sierra derivante guada produzione di carne coltivata in laboratorio rispetto alla carne convenzional: un primo studio dió un vantaggio alla carne coltivata (25) mientras que un secondo studio è stato inconclusivo (26). En un reciente studio, Lynch et al. (24) Hanno concluido che en un inicio il surriscaldamento globale potrebbe risultare inferiore con la carne coltivata piuttosto che con el alevamento di bestiame; sistemi di alzamiento del bovino sueño caratterizzati da un picco maggiore del surriscaldamento rispetto alla carne in vitro. Tuttavia, iloro effetto di surriscaldamento diminuirá y si stabilizará con y nuovi tassi di emissione. Por otro lado, persistirá el surriscaldamente dovut en el gas CO2 de extendida duración de la carne in vitro. Va a aumentar ancha con un bajo consumo de carne, siendo in alcuni prácticamente adirittura mayor a quelo produzione bóvida. Hanno concluido che, pero en el momento en que riguarda le emitió di gas sierra, y el potencial vantaggio de la carne coltivata rispetto al alevamento del bovino no y también primo scontato. Peraltro alcuni scienziati (27) hanno probado che y sistemi convenzionali di produzione di carne bóvida negli Stati Uniti acqua y lote, con una huella de carbono parcialmente baja para produrre manzo, rispetto agli otros sistemi di alimentazione convenzionali. In verità, con un intervalo de tiempo corto hoz nascita por macellazione, y sistema convençionali richiedono género de energía de cuidado. Quindi, y rispettivi impatti de la carne bóvida y delle cárnico coltivate in vitro dipenderanno guada disponibilità del sistema para la generación de energía y del sistema di produzione che verranno messi in atto. Por cuanto riguarda y el consumo de acqua, y media afferman che sueño preciso 15.000 litros de acqua dulce para produrre 1 kg de carne bóvida. In realtá, y el 95% diquesta cuantitatano de acqua viene usada para llevar a cabo crescere le coltivazioni, le piante y y foraggi che servono para dar de comer gli animali. Una gran parte de este acqua non verrebbe risparmiata se gli animali de alevamento venissero rimossi da pascoli y da terrenio. Por consiguiente, metodi diversin danno risultati muy diversin por el stesso prodotto di produzca animal. È ormai accettato che la produzione di 1 kg di carne bóvida richieda 550-700 litro di acqua, come rivisto alcuni anni fa (28, 29). Este punto di riferimento è esencial por effettuare il confronto del fabbisogni idrici por la produzione di carne coltivata in vitro. Purtroppo il confronto era non equo perché fatto su 15.000 L. Dovrebbe basarsi sui 550-700 L. Otro inconveniente è la qualità del acqua, che potrebbe non sere como buona en el momento en que procede da laboratorio para la carne coltivata, se tenía attivit industria química por la produzione del fattorio di crescita y degli ormoni preciso para la coltura celular. In effetti, potřebbero verificarsi sprechi y fuoriuscite di prodotti chimici y queste prodotti potrebbero contaminar el acqua scaricata en el ámbito de gli incubatorio de la carne, cosa che, tuttavia, è muy improbabile che si verifiche in cirqui. Por en el momento en que riguarda el sfruttamento del terrenio, è ovvio che la carne coltivata avrá bisogno di meno tierra rispetto alla produzione di carne convenzionale, che è in parte importante basata sobre el pascolo. Tuttavia, de qué manera no equivale a un vantaggio por la carne coltivata. In effetti, il bestiame svolge un ruolo chiave nel cuidado del contenuto di carbono y de ella fertilita del suolo, apunte che il letame prodotto dagli animali è una deshielo de materia orgánica, azoto y fosfor. Inoltro, se è vero che la produzione di mangimi por gli animali de alevamento richiede 2.5 miliardi di ettari de lote (cioè circa il 50% de la área agricola mundial), 1.3 miliardi de ettari (di lote empleado por la produzione di mangimi ) a prati non coltivabili, utilizzabili solo por el alevamento del bestiame (30). El sfruttamento del suolo è un paragone distorto y también ingiusto tra carne coltivata y carne convenzionale. Inverità, in esta tipología di paragone, gli autori non tengon conto de ella diversita delle attività ambientali y degli impatti del sistema de alzamiento 4 , 31).

“Bio non è solo quell che mangiamo, mi ancho come viviamo.”

Deja un comentario